Lo sgabello, complemento d’arredo che crea convivialità

Lo sgabello, complemento d’arredo che crea convivialità

Due sgabelli ed un bancone ed ecco che la cucina si trasforma subito in un ambiente conviviale, dove fare due chiacchiere, magari sorseggiando un buon vino, mentre stiamo cucinando.

Lo sgabello è spesso la soluzione ideale anche per le cucine più piccole, quelle in cui non c’è spazio per un tavolo e la mensola diventa una valida alternativa per la colazione o un pranzo veloce, magari a due.

D’altronde lo sgabello ha origini lontane e da sempre è stato usato per avvicinare le persone; non è forse vero che si ricorre ad uno sgabello quando ci si vuole sedere vicino a qualcuno con cui si desidera un contatto intimo?

Come scegliere lo sgabello giusto?

Sedie e tavoli - Sgabello in rovere

Sedie e tavoli – Sgabello in rovere

Scegliere lo sgabello più adatto per la nostra zona giorno, cucina o sala da pranzo che sia, non è affatto semplice, perché, oltre ai requisiti estetici, vanno anche presi in considerazione requisiti di comodità e di stabilità.

Perché la seduta sia comoda, un primo elemento da tenere presente è l’altezza dello sgabello rispetto al piano del tavolo a cui sarà abbinato. È buona norma che, tra la seduta dello sgabello e il piano del tavolo, vi rimanga uno spazio tra i 25 e i 35 cm; una distanza inferiore potrebbe rendere difficile inserire le gambe sotto al tavolo, mentre una superiore potrebbe rendere la seduta troppo bassa rispetto al tavolo.

Qualora si preveda che lo sgabello sia utilizzato da persone di altezza diversa, la scelta può ricadere sugli sgabelli regolabili in altezza. Spesso questo tipo di sgabello è anche girevole e offre, quindi, il vantaggio di potersi orientare con facilità verso punti diversi della stanza, consentendo una migliore interazione tra le persone,  senza dover continuamente cambiare posizione. La variazione ottimale di altezza di uno sgabello regolabile va dai 55 cm agli 80 cm.

Sedie e Tavoli - Sgabello regolabile in altezza

Sedie e Tavoli – Sgabello regolabile in altezza

Quando si sceglie uno sgabello regolabile, però, bisogna fare molta attenzione alla sua stabilità, ossia al peso del basamento; basamenti troppo leggeri rischiano di rendere instabili gli sgabelli, con conseguente effetto di dondolamento quando siamo seduti.

Alla comodità di uno sgabello, oltre alla sua altezza, concorrono anche la presenza e l’altezza dello schienale, gli eventuali braccioli e la presenza dell’appoggio per i piedi; di quest’ultimo è importante verificarne la distanza rispetto alla seduta.

Solo quando abbiamo chiari i requisiti che il nostro sgabello deve soddisfare in termini di altezza, stabilità e comodità, possiamo pensare al suo aspetto estetico, sbizzarendoci tra le varie soluzioni, anche di design, presenti sul mercato.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento